Cosso Immobiliare

Agenzia per Pontedecimo, San Quirico, Bolzaneto e Alta Val Polcevera


BONUS CASA 2019: cosa è rimasto?

11 gennaio 2019

Buon anno a tutti!

Rimboccatevi le maniche e via ai lavori: ancora un anno di incentivi fiscali

La Legge di bilancio 2019 riconferma le possibilità per le eseguire ristrutturazioni mantenendo i benefici fiscali già previsti l’anno scorso

https://www.guidafisco.it/legge-di-bilancio-cosa-prevede-il-testo-nuova-manovra-2125

 

Bonus ristrutturazione 

Detrazione al 50%  dall’Irpef  dei costi sostenuti per gli interventi di ristrutturazione per un  costo massimo di 96.000,00 euro

https://it.wikipedia.org/wiki/Imposta_sul_reddito_delle_persone_fisiche

Per quanto riguarda i lavori deve trattarsi di opere di:

  • manutenzione ordinaria (solo per le parti comuni dell’edificio);
  • manutenzione straordinaria;
  • ristrutturazione edilizia;
  • recupero e risanamento conservativo.

Le spese detraibili comprendono anche i costi di progettazione, le prestazioni professionaliperizie e sopralluoghi.

Tra i lavori detraibili vi sono:

  • impianto idraulico ed elettrico;
  • porta blindata
  • impianto di allarme;
  • inferriate fisse;
  • soppalco;
  • pareti interne ed esterne;
  • scale ed ascensore;
  • cablatura;
  • allargamento porte e finestre;

La novità del bonus ristrutturazione 2019 riguarda l’obbligo  di interventi che comportano un risparmio energetico e/o l’utilizzo di fonti rinnovabili, di comunicare i dati dell’intervento all’Enea, entro il termine di 90 giorni dalla data di fine lavori o collaudo.

 

 Ecobonus 

Il Bonus per il miglioramento dell’efficienza energetica si potrà utilizzare anche nel 2019 con una 

detrazione Irpef del 65 per cento e del 50 per cento per i costi sostenuti per migliorare le prestazioni energetiche della propria casa, quindi a seconda del lavoro effettuato verrà applicata l a percentuale.

Esempi  di lavori per detrazioni:

  • Interventi con caldaie di condensazione ad alta efficienza;
  • Coibentazioni;
  • Riqualificazione globale degli edifici;
  • rivestimenti termici alle porte d’ingresso;
  • pavimento radiante.

Limiti per la detrazione:

30mila euro, per gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale;

40mila euro, per le opere di riqualificazione dell’involucro di edifici esistenti, e per l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda (solare termico);

100mila euro, per gli interventi di riqualificazione energetica globale;

 

 Bonus mobili

Bella sorpresa! Confermato  il  Bonus mobili.

E’ prevista quindi la detrazione al 50 per cento per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe energetica elevata, finalizzati all’arredo dell’immobili oggetto di ristrutturazione.

La detrazione si può ottenere per un tetto massimo di spesa pari a 10 mila euro.

Bonus verde

detrazione al 36 per cento per una spesa massima pari a 5mila euro per interventi  di cura ristrutturazione e irrigazione del verde privato per   esempio :  piantumazione o la sistemazione di prati in giardiniterrazzibalconi e cortili

Sisma bonus

Per lavori antisismici è previsto il bonus anche quest’anno: agevolazione per le spese sostenute per gli interventi antisismici su edifici compresi nelle zone 1 e 2 (zone sismiche ad alta pericolosità).

Il limite massimo di spesa è pari a 96mila euro per unità immobiliare per ciascun anno.

 

Questa è una traccia per esortarvi a comprare casa  (ovviamente è un suggerimento di parte   http://www.cossoimmobiliare.it/)  e, come detto all’inizio dell’articolo, dare  il via ai lavori!

Bonus Fiscale “what  else?”

 

Categorie: Consigli, Curiosità, Il mondo immobiliare, Senza categoria, Tasse e Fisco